Le parole del caffè – Parte seconda

Continuiamo la nostra scoperta del caffè attraverso le parole, per sapere sempre come descrivere il nostro gusto o anche solo per apprezzare al meglio ogni nota olfattiva legata all’assaggio. 
Dopo le lettere A e B continuiamo ad occuparci del variegato mondo del caffè scoprendo tutti quei termini ad esso legati. Si passa allora alla C e alla D, dalla caffeina al decaffeinato passando attraverso tutte quelle specifiche di cui pochi conoscono l’esistenza. Pronti ad approfondire la vostra cultura?

C

  • Caffè filtro
È il famoso “caffè americano” inventato nel 1908 da Melitta Bentz. Viene molto utilizzato in Nord Europa e negli Stati Uniti.
  • Caffeina
Alcaloide naturale presente nel caffè è uno stimolante del sistema nervoso centrale. È questa sostanza che fa del caffè un eccitante.
  • Cappuccino
Chi non ama il cappuccino? Bevanda famosa in tutto io mondo fatta da caffè con l’aggiunta di poco latte in schiuma, deve il suo nome al colore molto simile al saio dei frati cappuccini.
  • Capsula
Metodo ormai molto utilizzato anche in Italia, la capsula è comoda e veloce. Si tratta di un piccolo involucro monodose all’interno del quale c’è del caffè macinato. Ogni capsula va inserita nella sua apposita macchina ed in un battibaleno il caffè è pronto.
  • Caramellato
È una sensazione olfattiva che rimanda all’odore dell’aroma dello zucchero caramellato: possiamo sentirla sorseggiando un espresso.
  • Chicco
Si tratta dei semi che si trovano all’interno del frutto del caffè. Viene chiamato anche grano.
  • Cialda
A differenza delle capsule che sono in alluminio o plastica, la cialda è un involucro monodose di cellulosa contenente caffè macinato.
  • Ciliegia
Così vengono chiamati i chicchi della pianta del caffè: durante la maturazione hanno infatti un caratteristico colore rosso.
  • Cioccolato
È una sensazione olfattiva tra le più piacevoli: questo aroma che ricorda il cioccolato al latte o fondente è indice dell’alta qualità del caffè.
  • Coffea
È la pianta del caffè o meglio, un genere che comprende alcune specie di alberi ed arbusti della famiglia delle Rubiacee, alcune delle quali vengono utilizzate per produrre il caffè.
  • Colore
Il colore della crema è un buon indicatore della qualità del caffè. È più vicino al nocciola con sfumature mogano nei caffè preparati con varietà Arabica mentre è più marrone in quelli ottenuti da varietà Robusta.
  • Consistenza
Si riferisce alla crema del caffè espresso. Generalmente si dice che più la crema è consistente e quindi trattiene lo zucchero, più il caffè è buono: in realtà non è sempre vero ma un buon livello di consistenza è comunque preferibile.
  • Corpo
Come nel vino, anche il caffè ha un suo corpo e ovviamente, più il gusto che si percepisce è pieno più il caffè è di ottima qualità. Quello che si avverte all’assaggio è una rotondità del gusto con una sua consistenza e struttura.
  • Crema
È ciò che si vede appena si prende in mano una tazzina di caffè. La crema deve avere una giusta consistenza e persistenza ed è una delle caratteristiche imprescindibili di un ottimo espresso.

D

  • Dallah
Il caffè è una bevanda utilizzata e apprezzata in tutto il mondo. Il dallah è una caffettiera utilizzata dai beduini del deserto durante la cerimonia di preparazione del caffè. Si trova in diversi materiali ed è formata da una base circolare e da un collo alto e stretto che finisce in un becco ricurvo.
  • Debole
Un caffè debole dona tutto il contrario delle sensazioni di corpo e consistenza che regalano invece al palato un ottimo caffè.
  • Decaffeinato
Chi non vuole rinunciare al caffè ma non tollera la caffeina può bere un decaffeinato senza rinunciare al sapore e all’aroma. Per eliminare la caffeina dai chicchi si procede prima con un trattamento a base di solvente al quale segue un passaggio a vapore; a questo punto i chicchi vengono finalmente essiccati e tostati ad una temperatura superiore a 200°C.
  • Delicato
Un caffè è delicato quando, pur non avendo un corpo più robusto, si distingue comunque per un aroma articolato ed un gusto deciso. Questo sapore è tipico della varietà Arabica della Nuova Guinea.
  • Dolce
La sensazione gustativa del dolce in un caffè è data dagli zuccheri semplici in esso contenuti naturalmente. Rimanda al sapore del miele, dello zucchero e della frutta molto matura.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!